12.5 C
Roma
venerdì, Febbraio 26, 2021

Trump ha portato pace, ma Biden guarda alla guerra

La politica estera di Trump è stata un successo straordinario. Nel 2016 lo avevano dipinto come guerrafondaio, ma durante il suo mandato non ha iniziato neanche una guerra.

Il presidente democratico Obama (in carica dal 2009 al 2017), di cui Joe Biden era il vice, ha vinto anche il premio Nobel per la pace, eppure ha fatto molto peggio. Barack Obama ha fatto scoppiare ben 5 guerre: Guerra civile siriana (2011-), Prima guerra civile libica (2011), Seconda guerra civile libica (2014-in corso), Guerra civile in Iraq (2014-2017), Guerra civile in Yemen (2015-).

Trump ha pensato esclusivamente agli interessi della sua gente, dei soldati mandati in guerre senza fine, ma anche nell’interesse di popoli che soffrono da decenni. Vediamo in dettaglio cosa ha fatto.

Israele e i paesi arabi: Trump ha costruito, ma ora Biden potrebbe distruggere

Trump insieme al primo ministro israeliano Netanyahu e ministri degli esteri di Bahrein e Emirati Arabi.

Nel 2020 Trump ha raggiunto un risultato storico: gli Accordi di Abramo. Con questi accordi Israele è stato riconosciuto da Emirati Arabi Uniti e Bahrein, a cui si sono aggiunti poi Sudan e Marocco. Potrebbe sembrare un risultato qualunque, ma nessun paese arabo dall’Egitto nel 1995 riconosceva Israele e ora ben 5 paesi musulmani hanno normalizzato le relazioni diplomatiche e hanno stabilizzato notevolmente un’area geopolitica da sempre teatro di violente guerre. Oltre le nazioni già citate, Kosovo e Israele si sono riconosciuti reciprocamente. Prima che Biden venisse eletto, anche Oman e Arabia Saudita avrebbero riconosciuto Israele. L’elezione del democratico, però, ha bloccato questo processo. Anzi ora Joe Biden minaccia nuove guerre e l’equilibrio creato da Trump potrebbe ora crollare.

Corea del Nord: non più una minaccia

Trump e Kim Jong-Un
Trump e Kim Jong-un durante il vertice di Singapore

Durante l’amministrazione Trump le due Coree si sono riavvicinate. L’avvenimento più importante però è che Donald Trump ha incontrato il leader supremo Kim Jong-un, nello storico incontro di Singapore nel 2018. Da allora, la Corea del Nord ha tenuto un comportamento ben diverso da quello che assumeva sotto l’amministrazione Obama. Come per Israele e il Medio-Oriente, anche in questo caso Biden potrebbe costituire un pericolo per gli equilibri internazionali.

Russia: Biden fa tremare gli equilibri

Trump e Putin al summit di Helsinki del 2018

Il tycoon ha inoltre allentato le gravi tensioni con la Russia che erano sorte sotto l’amministrazione Obama. Biden dai primissimi giorni del suo insediamento ha utilizzato il “pugno duro” contro la Russia di Vladimir Putin. Un caccia torpediniere americano è giunto nel Mar Nero: ciò rappresenta una chiara e inequivoca minaccia a una delle principali potenze mondiali. Ad ogni modo, mentre gli Stati Uniti democratici si scannano con la Russia, la Cina approfitta della situazione.

Afghanistan: la pace è lontana, ma possibile

La guerra in Afghanistan è iniziata nel 2001, ma in realtà va avanti da ben prima. Dall’invasione sovietica del 1978 il paese non trova pace. Ma l’ex presidente americano ha dato via alle trattative di pace tra Americani, governo dell’Afghanistan e i ribelli Talebani. Anche in questo caso, Biden si potrebbe nascondere dietro la scusa della “lotta ai totalitarismi” per far proseguire le ostilità.

Trump ha sconfitto il terrorismo

A sinistra Al-Baghdadi, fondatore dell’ISIS. A destra Soleimani, generale iraniano.

L’ISIS, durante l’amministrazione Trump, ha perso il controllo di ogni territorio ed è diventato una semplice organizzazione terroristica. Oltre ad aver distrutto il califfato come entità territoriale, gli USA di Trump hanno ucciso Abu Bakr al-Baghdadi, il califfo e fondatore dello Stato Islamico.

Ultimo punto di questo articolo, ma non per questo meno importante. A inizio 2020, Trump ha eliminato il generale iraniano Qasem Soleimani, capo delle Forze Quds, parte del corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica. Il vero risultato è stato farlo senza far scoppiare una guerra.

Biden mette in dubbio tutti questi equilibri, visto che la linea dura di Trump con l’Iran ora verrà di certo meno.

Seguiranno aggiornamenti per gli sviluppi più importanti di geopolitica.

Giulio Scaramuzzo
Studio Giurisprudenza presso l'Università di Roma "Tor Vergata". "Ama il tuo sogno se pur ti tormenta" Gabriele D'Annunzio

Articoli Suggeriti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social

504FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -

Ultimi Articoli

The Walking Dead torna il 1 marzo: “Questi episodi vi cambieranno”

Ormai il momento è arrivato: la decima stagione di The Walking Dead torna il 1 marzo. L'acclamata serie apocalittica farà il suo...

2024 il ritorno di Donald Trump

Il 45esimo presidente degli Stati Uniti Donald Trump apre la possibilità di ricandidarsi alle elezioni del 2024. In una...

Kim Kardashian chiede il divorzio da Kanye West

Kim Kardashian West ha chiesto il divorzio da Kanye West, un impiegato del tribunale della Corte Superiore di Los Angeles lo ha...

La follia di Biden devasta lo sport: il precedente di Fallon Fox, lottatore transessuale che ruppe il cranio di una donna

Il neopresidente americano, in uno dei suoi primi ordini esecutivi, ha follemente stabilito l’accesso dei transessuali alle competizioni sportive femminili.Biden, oltre a...

Immigrazione e Sfruttamento: attualità del termine in termini di migrazione

Immigrazione e Sfruttamento: La doverosa premessa é che ogni persona del mondo ha diritto di essere aiutata, come l’italia ha SEMPRE fatto,...