19.5 C
Roma
giovedì, Maggio 13, 2021

L’esercizio fisico e i suoi benefici

È noto da tempo che i benefici dell’esercizio fisico sono molteplici, in particolare quando si tratta di prevenire cose come infarti e ictus.

L’esercizio fisico può essere ancora più importante per la prevenzione delle malattie cardiovascolari di quanto si sapesse in precedenza, e maggiore è l’attività, meglio è, ha suggerito un nuovo ampio studio condotto dall’Università di Oxford.
Per misurare l’attività fisica, i ricercatori nel Regno Unito hanno chiesto a 90.211 persone di indossare un accelerometro (un sensore di movimento piccolo e leggero) al polso per un periodo di sette giorni tra il 2013 e il 2015. I ricercatori hanno monitorato la salute dei partecipanti per una media di cinque anni.

Complessivamente, ci sono stati 3.617 casi di malattie cardiovascolari diagnosticati nei partecipanti, che facevano parte del più ampio studio UK Biobank su persone tra i 40 ei 69 anni. I casi di malattie cardiovascolari sono diminuiti tra i partecipanti all’aumentare della quantità di attività fisica moderata e vigorosa. Inoltre, lo studio ha rilevato che non esisteva una soglia in cui gli effetti dell’esercizio fisico smettessero di migliorare la salute cardiovascolare. Coloro che erano più attivi, nel 25% più attivo, hanno avuto una riduzione media del rischio tra il 48% e il 57%.


“Durante la pandemia, a causa dei blocchi o dell’isolamento autoimposto, le persone non hanno avuto la stessa attività, in particolare in relazione ai viaggi o agli spostamenti in un ufficio, per esempio”, ha detto Terence Dwyer, professore emerito di epidemiologia all’Università di Oxford e autore dello studio pubblicato.


“Ciò significa che devono svolgere attività più mirate per mantenere anche ciò che stavano facendo in precedenza. I nostri risultati dovrebbero dare loro più fiducia che questo è qualcosa a cui dovrebbero davvero prestare attenzione. Dovrebbe anche fornire fiducia nell’aumentare la loro PA (attività fisica ) oltre i livelli che avrebbero potuto effettuare regolarmente prima della pandemia. “

Le persone nel 25% più attivo hanno svolto circa 50 minuti a settimana di attività fisica di intensità vigorosa come la corsa, mentre quelle nel 25% meno attivo hanno svolto meno di 10 minuti a settimana di attività fisica ad intensità vigorosa, ha affermato l’autore principale dello studio Aiden Doherty, un professore associato presso il dipartimento di salute della popolazione dell’Università di Oxford Nuffield.

Sebbene coloro che si esercitavano di più avevano anche maggiori probabilità di non fumare, bere meno alcol e avere un peso corporeo sano, i ricercatori hanno detto di aver tenuto conto di questi fattori nella loro analisi e hanno scoperto che l’associazione tra un aumento dell’esercizio e una diminuzione delle malattie cardiovascolari era ancora forte.


Questi risultati, hanno detto i ricercatori, hanno dimostrato che l’esercizio da solo ha un effetto significativo sul rischio di essere diagnosticati con malattie cardiovascolari.
Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte a livello globale, causando circa 17,9 milioni di vite ogni anno, hanno detto i ricercatori.
La maggior parte degli studi che esaminano i benefici dell’attività fisica in genere utilizza questionari, che possono essere meno accurati, dato che la maggior parte delle persone non è in grado di ricordare con precisione tutte le attività che si svolgono durante il giorno, sia per il tempo libero che come parte della routine quotidiana di una persona.

I ricercatori hanno affermato di essere fiduciosi che indossare il dispositivo, che hanno descritto come un “Fitbit di livello di ricerca”, fosse un modo accurato per riflettere l’attività abituale di un individuo nel tempo, anche se ha registrato solo sette giorni di attività fisica.


Altre ricerche avevano dimostrato che l’attività misurata in questo modo era “moderatamente stabile”, ha detto Doherty, e sono state condotte ulteriori ricerche per misurarne l’accuratezza.


“Utilizzando questa forma di misurazione più accurata, e in un gran numero di persone, abbiamo riscontrato che il rischio più basso di malattie cardiovascolari nella coorte di Biobank del Regno Unito è visto al più alto livello di attività fisica, sia totale, moderata o vigorosa – intensità “, ha detto.


“Questo è il più grande studio mai condotto sull’attività fisica misurata dal dispositivo e sulle malattie cardiovascolari. Mostra che l’attività fisica è probabilmente ancora più importante per la prevenzione delle malattie cardiovascolari di quanto si pensasse in precedenza. I nostri risultati danno ulteriore peso alle nuove linee guida dell’OMS sul fisico attività che consiglia almeno 150-300 minuti di attività aerobica da moderata a intensa a settimana per tutti gli adulti. “

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rivisto le sue linee guida sull’esercizio fisico nel dicembre 2020. L’agenzia delle Nazioni Unite ora raccomanda agli adulti di svolgere almeno 150 minuti, ovvero 2,5 ore, di attività fisica da moderata a intensa settimanalmente.


I risultati dello studio erano simili per uomini e donne, sebbene i benefici di un esercizio fisico intenso sembrassero essere particolarmente forti per le donne.


I risultati contrastano con uno studio del 2015 su oltre 1 milione di donne che ha riscontrato che un’attività fisica moderata è associata a un minor rischio di malattia coronarica, ma non c’è stata un’ulteriore riduzione del rischio con l’aumentare della frequenza dell’attività.

Simone Laurettihttps://www.simonelauretti.it
Blogger, Imprenditore, Esperto in comunicazione.

Articoli Suggeriti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social

892FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -

Ultimi Articoli

LIS: forse un passo avanti per una società più civile

Che la lingua dei segni (LIS) sia una lingua a tutti gli effetti ormai non ci sono dubbi, nonostante qualcuno per motivi...

Sparatoria in una scuola a Kazan

Sparatoria in una scuola a Kazan, capitale della repubblica russa del Tatarstan. Un giovane di 19 anni ha aperto il fuoco uccidendo 9 persone e ferendone 32. Rustam Minnikhanov (Presidente in...

Gerusalemme: Hamas bombarda Israele

Gerusalemme colpita da alcuni razzi lanciati da Hamas, partiti dalla striscia di Gaza. Aperti i bunker pubblici. Gli attacchi sarebbero la risposta...

Spagna: festa per festeggiare la fine del coprifuoco

Centinaia di persone sono state viste festeggiare in diverse città della Spagna nelle prime ore di domenica, quando il paese ha terminato...

Luana D’Orazio ennesima morte sul lavoro

Luana D'Orazio l'ennesima morte a lavoro, la giovane aveva solo 22 anni, era nel fiore della sua vita,aveva una bambino di cinque...
Translate »